• ScovAffari.com

Guida su come aprire un concessionario o salone di auto

Aggiornato il: feb 9


Sei stufo del tuo vecchio lavoro, i motori sono la tua passione e vorresti aprire un autosalone? Oppure hai già lavorato per alcuni saloni e ora vuoi aprire un tuo concessionario?


Ok, partiamo subito dicendo che si tratta di mercato non facile, ma tra i più grandi in Italia (muove circa 40 miliardi di Euro solo nel nostro paese) e un salone, se strutturato bene, può portare notevoli profitti e molte soddisfazioni.

Cosa serve assolutamente per partire in questa avventura?

  1. senza dubbio una grande passione per questo mondo, sembra banale ma non lo è, questo ti permetterà di svegliati ogni giorno carico di energia e che ti aiuterà a trasmettere entusiasmo sia ai tuoi clienti che ai tuoi collaboratori.

  2. un solido e sano piano di azione. Come tutte le attività imprenditoriali, è necessario che tutte le fasi aziendali siano ben strutturate per garantire la longevità e il successo dell’impresa.

  3. capitale da investire, la quantità dipende dal tipo di struttura che vuoi realizzare, possono bastare 10.000 euro di partenza per un piccolo autosalone, come possono essere necessari oltre 1,5 milioni per un grande concessionario (P.S : Ricordati che l’ideale è partire in piccolo per poi crescere ed espandersi). Non è nemmeno necessario che tu disponga immediatamente di questo capitale sul tuo conto corrente, ma si può ricorrere a investitori e/o soci in capitale o richiedere finanziamenti pubblici e/o bancari (anche agevolati o a fondo perduto per alcune categorie).


Concessionario o salone di usato?

- Il concessionario vende auto nuove esclusivamente del marchio con cui ha scelto di collaborare e deve sottostare a rigidi vincoli dettati dal costruttore. Questi vincoli riguardano le dimensioni e l’arredo della concessionaria, ma anche il numero e i modelli delle auto da acquistare ogni anno, che devono rispettare gli standard della casa madre, pena la mancata concessione o perdita del marchio.

Per affiliarsi è necessario entrare in contatto con la casa madre, spesso in apposite sezioni sul sito web. Per evitare “figuracce” e di essere scartati immediatamente, prima di contattarli è consigliabile predisporre già una bozza di business plan, per offrire agli scrutatori un’immagine chiara del promotore e del suo background, l’analisi del mercato circostante e il piano di marketing da adottare, infine il piano finanziario con cui si raccoglierà il capitale necessario.

L’iter è piuttosto lungo e non è affatto facile ottenere il mandato, sia perché il territorio nazionale è quasi completamente saturo, quindi le selezioni sono molto stringenti, sia anche perché il mercato dell’auto nuova è in sensibile flessione negli ultimi anni.

Riguardo il capitale iniziale da investire tenete presente mediamente oltre il milione di euro, senza contare l’acquisto dell’immobile, ma ipotizzando la locazione.

- Il salone multi-marca può esporre automobili di diversi marchi e vendere auto nuove ed usate di suo gusto. Essere un salone multi-marca non significa sempre avere auto usate di medio-basso target, ma si può anche creare un prestigioso salone di auto d’epoca o di lusso.

Il grande vantaggio consiste nel poter strutturare tutta l’azienda a proprio piacimento, senza dover sottostare a stringenti parametri, senza la paura di dover pagare cose che non vorreste acquistare (modelli poco attraenti o campagne pubblicitarie obbligatorie), o a dispetto dei franchising, senza dover versare ogni mese un feed o una percentuale sui profitti.

Insomma sarete voi i veri padroni dell’attività, ogni decisione sarà una vostra scelta ed ogni buon affare la vostra soddisfazione e il vostro profitto.

Bene, parlando di profitto sulla compravendita di auto, questo (a grandi linee) è dato da: valore del venuto meno il prezzo di acquisto. Non potendo fare troppa leva sul pezzo di vendita, in quanto nell'odierno mercato digitale, un’auto fuori prezzo rimarrebbe invenduta, si deve giocare sul prezzo di acquisto; ecco perché chi vende automobili sa bene che:

“il guadagno sta nel buon acquisto”.

Ed ecco un altro enorme vantaggio, dei multi-marca: poter scegliere in autonomo da chi acquistare. Se quindi si struttura un sano metodo di acquisto i ricarichi sono ottimi, talvolta anche del 60% superiori rispetto ai concessionari di nuovo.

Come avrete già intuito, i ricarichi maggiori derivano dalle auto usate comprate a buon prezzo, ma se comunque nel vostro salone vorrete avere delle auto nuove, potrete acquistarle dalle concessionarie e in particolare a fine anno, queste saranno ben felici di questo poiché vendendo a voi un lotto di auto, scaricheranno le loro giacenze e si avvicineranno agli obbiettivi dati dalla casa madre, così voi sapendo questo, riuscirete a strappare un buon prezzo per un discreto lotto di Km 0.

Veniamo ora ad analizzare dove acquistare usato profittevole, le alternative sono 2: da altri professionisti (aste commercianti ecc.) o da privato. Secondo le nostre indagini, ad oggi circa il 55% dei saloni in Italia (ovvero circa 23.600 in Italia) approvvigionano dalle aste, questo sistema cresciuto negli anni, ha portato ad oggi ad assottigliare al minimo i margini di ricarico arrivando ad una media di circa 1300€ per auto. Da privato, invece le cose cambiano in maniera importante, qui si registrano ricarichi medi di 2450€ per auto con picchi anche di 5000€ su un’auto. È quindi evidente che l’approvvigionamento da privato è nettamente più profittevole, ma per farlo in maniera massiva ci vuole un metodo solido. Il nostro software ScovAffari nasce proprio con questo obbiettivo, offrire uno strumento efficiente e professionale per acquistare in maniera costante auto ad alto potenziale di ricarico (clicca qui per scoprire tutte le sue funzioni).


Attività parallele:

Che tu decida di aprire un concessionario o un autosalone multi-marca, in entrambi i casi sappi che oltre la vendita delle auto, i tuoi introiti posso essere incrementati da:

1) le provvigioni sui finanziamenti e sulle assicurazioni,

2) i ricarichi sui passaggi di proprietà,

3) il noleggio delle auto,

4) il ricarico sui ricambi e i servizi di assistenza e manutenzione.


Requisiti necessari e burocrazia:

Per ottenere la licenza a vendere automobili, l’unico requisito necessario per legge è quello morale, ovvero non aver conseguito condanne o non avere processi in corso di particolare gravità. Pertanto l’attività è esercitabile da chiunque e non sono richiesi né diplomi né corsi specifici di formazione.

Per quanto riguarda i requisiti burocratici è necessario presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) presso il comune dove si intende esercitare l’attività, con la ricevuta telematica della SCIA bisogna presentare presso la corrispondente Camera di Commercio, la cosiddetta procedura di “Comunica” tramite la quale si ottengono 3 iscrizioni:

  • l’attribuzione della partita IVA;

  • l’attribuzione del numero REA (Repertorio Economico Amministrativo).

  • l’iscrizione all'INPS del titolare in qualità di commerciante.

Le pratiche burocratiche aumentano se si vogliono affiancare alla vendita altre attività quali la riparazione dei veicoli e/o autocarrozzeria. Per tutte le informazioni dettagliate, vi consigliamo di rivolgerci ad un commercialista esperto in materia e alla Camera di Commercio.


Conclusioni:

Per chi vuole trasformare la propria passione per i motori in una professione o per chi già lavora nel settore e vuole mettersi in proprio, creare un autosalone porterà certamente grande soddisfazione personale e dalle buone prospettive economiche, soprattutto se si si possiede la giusta dose di intraprendenza e professionalità.

Prima di lanciarti nel vuoto, ricordati però di definire un business plan ben dettagliato, cercando idee nuove per distinguerti dalla concorrenza, puntando magari sulle nuove opportunità digitali.

Per iniziare a buttare giù il progetto ti consigliamo di partire da un business model canvas , qui sotto ti riportiamo un esempio già compilato di business plan per un salone di auto modello:


Se vuoi avere il formato modificabile, scrivici e te lo invieremo gratis


Noi in questa fase possiamo aiutarti a:


  1. Realizzare un marchio attraente e forte

  2. Creare un meccanismo di approvvigionamento altamente profittevole e automatizzato

  3. Creare un sito web su misura


Il tutto a prezzi modici, in quanto capiamo benissimo lo sforzo che stai compiendo e vogliamo aiutarti a realizzare la tua impresa.


Contattaci per una consulenza gratuita. Saremo felici di ascoltarti e aiutarti con tutte le nostre risorse!


Questo articolo ti è piaciuto? Lasciaci un like o un commento, così ci darai lo sprono a continuare! Grazie!

Post recenti

Mostra tutti
logo%2520scovaffari_edited_edited.jpg

CONTATTI

Compilando il modulo qui sotto un nostro esperto ti risponderà presto.

Il tuo messaggio è stato inviato al nostro team. Grazie per averci scritto, a presto!